Wednesday, August 21, 2019

Miele - Camera di Commercio di Macerata

Miele millefiori

Descrizione

Le api che producono questo miele impollinano in una regione dove ci sono molte varietà di fiori, donando al miele un complesso gusto floreale. La consistenza del miele è spessa e granulosa. Questo è il tipo più comune di miele, ma anche il più particolare: come nettare di fiori di un luogo e di un momento particolarè, è praticamente impossibile riprodurre colore, aroma e sapore, unici di anno in anno. •

Colore: paglierino / ambra •

Sapore: morbido, delicato •

Caratteristiche: cola a estrazione, cristallizza spontaneamente nella tarda estate e in autunno. •

Uso consigliato: per la prima colazione, la mattina ed il tè del pomeriggio o semplicemente per uno spuntino, è un grande complemento per formaggi freschi.

Miele di melata

Descrizione

Il miele di melata o miele del bosco è un tipo di miele derivante non dal nettare del fiore, ma dalla melata escreta da insetti succhiatori di piante come gli afidi. Di solito è prodotta dagli alberi, sia conifere e latifoglie, anche se può anche essere prodotto da erbe e piante. Il naturalista dell’antica Roma Plinio pensava che la melata fosse caduta dalle stelle, e questa convinzione è rimasta per secoli.

Colore: da scuro a molto scuro, color miele, a volte con fluorescenza verde.

Profumo: legnoso e caldo; di media intensità, di frutta cotta e di malto.

Sapore: medio, legnoso ed intenso. Dolcezza media con acidità debole. Nessuna sentore di amaro con un aroma medio. Media persistenza / retrogusto, talvolta astringente.

Caratteristiche: rimane liquido per lunghi periodi, molto denso.

Uso raccomandato: essendo un miele ricco di sali minerali è altamente consigliato per gli sportivi ed è molto buono in pasticceria.

Miele di phacelia

Descrizione

Il miele di Phacelia è un prodotto di alta qualità, di colore verde chiaro o bianco, caratterizzato da un aroma delicato e da un piacevole sapore delicato e leggermente acidulo. Il suo alto valore è dovuto non solo al gusto, ma anche il fatto che cristallizza molto lentamente. Questo fatto rende questo miele particolarmente adatto per l’alimentazione invernale delle api. Il miele cristallizzato è una massa pastosa ed appiccicosa.

Miele di erica

Descrizione

Il miele di erica è un prodotto molto apprezzato nelle brughiere o macchie mediterranee, con molti alveari che vengono spostati in tali zone nella tarda estate. Non sempre apprezzato come lo è oggi, è stato respinto in quanto mel improbum da Dioscoride. Ha un sapore forte e caratteristico, ed una consistenza inusuale, perché è tissotropico, essendo una gelatina fino a che non viene agitato, quando diventa uno sciroppo come altri mieli, ma poi ritorna ad essere una gelatina. Questo rende l'estrazione del miele difficile, ed è quindi spesso venduto come miele in favo.

Colore: tendente all'arancio.

Sapore: aroma fresco e floreale, delicato, con un ottimo retrogusto.

Caratteristiche: cristallizza rapidamente.

Uso raccomandato: ottimo miele da tavola che non intorbidisce le tisane.

Miele di eucalipto

Descrizione

 Questo miele è particolarmente gradito, con sapore e gusto molto particolari, all'inizio a volte troppo amaro, ma poi si apprezzano molto il gusto e le sue proprietà. Generalmente cristallizza in maniera compatta. Ha un colore ambrato chiaro con particolare odore e sapore molto persistente. Può essere utilizzato per numerosi usi domestici, anche per il trattamento delle malattie da raffreddamento. In cucina viene utilizzato per preparare salse aromatiche, anche agrodolci.

Colore: da ambrato scuro al grigio.

Sapore: intenso e persistente.

Caratteristiche: cristallizza rapidamente.

Uso raccomandato: ottimo accompagnamento per formaggi, dolci e tisane.

Miele di acacia

Descrizione

Il miele di acacia è un prodotto eccellente con sapore dolce, leggero e delicato e un meraviglioso colore chiaro. Tale miele non cristallizzato facilmente, e quindi rimane disponibile come liquido. Il colore è molto chiaro. E 'perfetto per essere abbinato con formaggi, soprattutto pecorino, ma anche come dolcificante per latte, caffè o tè e infusi. Per quanto riguarda la farmacopea popolare questo miele possiede proprietà disintossicanti per fegato e antinfiammatorie per la gola.

Colore: trasparente

Sapore: leggero, delicato, di vaniglia, floreale

Caratteristiche: rimane liquido per lunghi periodi

Uso raccomandato: ottimo per dolcificare senza alterare il gusto o l'aroma di bevande. Meraviglioso per i bambini. E 'un grande complemento per la ricotta fresca.


Miele di stachys

Descrizione

Il miele di stachys è un miele raffinato e raro. La presenza sul mercato dipende sul territorio in cui è prodotto e dai cicli agricoli. Questo miele viene prodotto solo nelle Marche e in Umbria orientale ed è il risultato della trasformazione del nettare di Stachis Officinalis elaborato dalle api. "Stachis Officinalis" è una pianta infestante spontanea che cresce dopo la mietitura. Il miele di stachys è caratterizzato da un colore brillante ed un sapore molto dolce. Altamente raccomandato con tè e tisane.


 

Sformato al Miele

Ingredienti

Zucchero 1/2 tazza

7 cucchiai di miele, separati

1 confezione di latte condensato zuccherato

1 tazza di latte

3 uova di grandi dimensioni

1 tuorlo d'uovo grande

1/4 cucchiaino di sale

 

PREPARAZIONE

1. Preriscaldare il forno a 180 °. Cospargere di zucchero una casseruola; mettere a fuoco medio, e cuocere, scuotendo leggermente la padella, 4 minuti o fino a che lo zucchero si scioglie e diventa marrone dorato chiaro. Lentamente aggiungete 3 cucchiai di miele. Togliere dal fuoco; versare immediatamente lo zucchero caramellato caldo in 6 stampini metallici.

2. Mescolare il latte condensato, gli altri 4 ingredienti ed i restanti 4 cucchiai di miele in un frullatore e frullare per 10-15 secondi; versare in modo uniforme negli stampini zuccherati. Mettere gli stampini in una teglia da forno. Aggiungere acqua calda per una altezza di circa 2 centimetri. Coprire senza sigillare con un foglio di alluminio.

3. Cuocere a 180 ° per 30-35 minuti. Rimuovere gli stampini dal bagnomaria; mettere su una gratella a raffreddare 30 minuti. Coprire e fmettere in frigo per 3 ore. Passare un coltello tra stampino e sformato e rovesciare gli sformati su un piatto di portata.


Muesli

INGREDIENTI

Fiocchi d'avena • 6 tazze

• 1 tazza di mandorle tritate

• 1 tazza di noci tritate

• 1 tazza di uvetta

• sciroppo d'acero (o miele) 1/2 tazza

• 6 cucchiai di olio di canola (o di oliva)

• 1/4 di tazza di miele

• 1 cucchiaino di cannella in polvere

• 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

• 1/2 cucchiaino di sale

 

PREPARAZIONE

1. Preriscaldare il forno a 165°C. Foderare una teglia con carta da forno.

2. Unire avena, mandorle, noci e uvetta in una grande ciotola. Mescolare bene sciroppo d'acero, olio, miele, cannella, vaniglia e il sale in una ciotola. Versate sopra il composto di avena e mescolare bene. Distribuire il composto nella teglia preparata.

3. Cuocere, mescolando ogni 15 minuti, fino a quando la miscela è leggermente e uniformemente rosolata ed inizia ad asciugarsi (50 minuti-1 ora). Lasciate raffreddare completamente in padella prima di servire o conservare.


Cicerchiata, dolce tipico marchigiano

La cicerchiata, dolce tipico marchigiano di Carnevale. Il dolce è diffuso, con variazioni, anche in altre regioni del centro-Italia, come l’Abruzzo, il Molise, e Lazio, ed è riconosciuto come Prodotto Agroalimentare Tradizionale. La cicerchiata, quando pronta, a piacimento può essere guarnita, per esempio con palline o bastoncini di zucchero decorativo

INGREDIENTI:

6 UOVA
600 gr di FARINA
1 spruzzata di BRANDY
1 buccia di LIMONE grattugiata
400 gr di MIELE
100 gr di ZUCCHERO
OLIO d’oliva q.b.

PREPARAZIONE

Impastare le uova con la farina, il brandy e la buccia di limone.

Con l’impasto ottenuto, formare dei piccolissimi bigoli che, tagliati a pezzetti, friggeremo in abbondante strutto o olio, muovendoli con una paletta di legno per evitare che si attacchino; scolarli appena avranno assunto un colore dorato.

A parte, in una casseruola, metteremo a fondere lo zucchero, aggiungendo il miele e a seguire le palline fritte, rimestando per qualche minuto.

Sistemare il composto in un piatto da portata o su di uno stampo unto precedentemente con olio di oliva. Servire freddo.

Biscotti al miele, anice e mandorle

INGREDIENTI

• 2 tazze di farina

• 1 cucchiaino di lievito in polvere

• 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio

• 1/2 cucchiaino di sale

• 1/2 tazza di olio extravergine

• zucchero 1/2 tazza

• 1/2 tazza di miele

• 2 uova grandi

• 2 cucchiaini di buccia di limone grattugiata

• 2 cucchiaini di semi di anice, schiacciati

• 1 cucchiaino di Estratto di vaniglia

• 1 1/2 tazze di mandorle affettate, leggermente tostate

 

PREPARAZIONE

Mescolare bene i primi 4 ingredienti in una ciotola. Sbattere olio, zucchero, miele, uova, scorza di limone, anice e vaniglia in una ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere la miscela con la farina, e poi le noci. Coprire e conservare in frigorifero fino a quando l’impasto è ben freddo (circa 3 ore).

Preriscaldare il forno a 180°C. Imburrare ed infarinare 2 grandi teglie. Disporre l’impasto in 3 strisce uguali (2 su un un foglio, ben distanziati, e l’altro sul secondo foglio). Con le mani ben infarinate formare strisce 5cm larghe x 2 alte.

Cuocere fino a che l’impasto è poco elastico al tatto, cambiando posizione alle teglie dopo 10 minuti, per circa 20 minuti in totale. Raffreddare per 15 minuti, mantenendo il forno caldo.

Utilizzando una spatola larga trasferire delicatamente le strisce su un piano di lavoro. Utilizzando un coltello a lama seghettata, tagliare ogni striscia in diagonale a fette spesse un paio di centimetri. Disporre le fette sulle teglie. Cuocere fino a quando la parte bassa imbrunisce, per circa 7 minuti. Girare i biscotti. Cuocere ancora fino a quando anche l’altro lato imbrunisce, per circa altri 7 minuti. Mettere i biscotti su una griglia e lasciarli raffreddare (i biscotti diventano croccanti). (si possono conservare per un paio di settimane, in recipiente a chiusura ermetica ed a temperatura ambiente.)

 

Pane al miele e zucca

Ingredienti

• 1 tazza di miele

• 1/2 tazza di burro ammorbidito

• 450 g di zucca

• 4 uova

• 4 tazze di farina

• 4 cucchiaini di lievito

• 2 cucchiaini di cannella in polvere

• 2 cucchiaini di zenzero in polvere

• 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio

• 1 cucchiaino di sale

• 1 cucchiaino di noce moscata macinata

 

Preparazione

In una grande ciotola, mescolare fino a crema il miele ed il burro fino a che il composto è chiaro e spumoso. Mescolare la zucca ben schiacciata. Incorporare le uova, una alla volta, fino al completo incorporamento. Setacciate insieme gli altri ingredienti. Mescolare nel composto con la zucca. Dividere pastella a metà in due stampi da forno ben imburrati. Cuocere in forno a 180 ° C per 1 ora o fino a quando uno stecchino di legno inserito nel centro esce pulito. Lasciate raffreddare le pagnotte negli stampi per 10 minuti; rovesciare gli stampi per rimuovere i pani e raffreddare su una griglia.

 

Polentina all’arancia

INGREDIENTI

• 1 arancia media

• 2 tazze d'acqua

• 1,5 tazze di latte magro

• sale mezzo cucchiaino

• 3/4 di tazza di polenta istantanea o farina di mais per polenta

• 1/4 di tazza di mascarpone

• 1/4 di tazza di yogurt magro

• 4 cucchiai di miele, separati

• 1 cucchiaino di dragoncello fresco tritato finemente (facoltativo)

 

PREPARAZIONE

1. Grattugiare la buccia d'arancia per ottenere 1,5cucchiaini da tè; mettere la scorza da parte. Rimuovere il resto della buccia e la parte bianca con un coltello affilato. Lavorando su una ciotola, pelare a vivo gli spicchi. Mettere da parte per guarnire.

2. Unire acqua, latte e sale in una grande casseruola dal fondo spesso e portare ad ebollizione. Aggiungere a poco a poco la polenta (o la farina di mais) mescolando vigorosamente con una frusta e riportare ad ebollizione. Abbassare il fornello e mantenere all’ebollizione, mescolando vigorosamente, fino a che la polentina addensa. Togliere dal fuoco, coprire e lasciare riposare per 5 minuti.

3. Nel frattempo, unire mascarpone, yogurt, 1 cucchiaio di miele e mezzo cucchiaino di scorza d'arancia in una piccola ciotola.

4. Frullare i restanti 3 cucchiai di miele 1 cucchiaino di scorza nella polentina. Dividere in 4 ciotole e guarnire con un ricciolo di mascarpone. Aggiungere gli spicchi di arancia pelati a vivo e cospargere con dragoncello, se lo si desidera. Servire immediatamente.

 

Struffoli

Ingredienti 

Per la pasta

3 tazze di farina

1 cucchiaio di zucchero

Scorza di mezzo limone, grattugiato

Scorza di mezza arancia, grattugiata

Un pizzico di sale

4 grandi uova

1 cucchiaio di burro non salato

1 cucchiaino di grappa, rum, o vaniglia

 

Per lo sciroppo di miele

2 tazze di miele

½ tazza di zucchero

⅓ tazza di acqua

¼ di tazza di piccoli confettini colorati

 

PREPARAZIONE

Mescolare la farina, lo zucchero, la scorza di limone e arancia e il sale in una ciotola e girarlo su un piano di lavoro pulito. Fate un buco al centro degli ingredienti secchi e aggiungere le uova, il burro e la grappa. Con la punta delle dita, lavorare le uova, il burro e grappa insieme fino che sono amalgamati, quindi iniziare a mescolare gli ingredienti asciutti. Continuare a lavorare l'impasto fino a che non è liscio e ben omogeneo. Raccogliere la pasta in una palla. Pulire le mani e la superficie di lavoro, infarinateli leggermente e impastare la pasta per 3 a 4 minuti. Avvolgete la pasta nella pellicola e lasciare riposare a temperatura ambiente 1 ora.

Prendere una quantità di pasta pari ad una prugna della e formate con i palmi delle mani e le dita di una corda di circa 1 cm di diametro. Continuare con la pasta rimasta. Tagliare le corde di pasta a pezzi di circa 1 cm. Formare con i pezzi di pasta delle palline, lavorandoli con le mani.

Versare l'olio in una padella grande e scaldare a fuoco medio fino a circa 180 gradi o una palla di pasta emana un sfrigolio vivace quando messa nell'olio. Far scorrere delicatamente circa un quarto delle palline di pasta nell'olio e friggere, girandole ed immergendole con una schiumarola, fino a doratura uniforme su tutti i lati, di circa 4 minuti. Trasferirli con la schiumarola su carta assorbente. Ripetere per le rimanenti palline, facendo riscaldare l'olio prima di friggere il lotto successivo.

Preparare una ciotola di acqua fredda e un piatto di portata abbastanza grande da contenere gli struffoli finiti. Mescolate il miele, lo zucchero e l'acqua insieme in una pentola larga pesante abbastanza grande da contenere tutti gli struffoli, riscaldando a fuoco basso fino a quando lo zucchero si scioglie. Aumentare il calore e portare lo sciroppo a ebollizione. Continuare la cottura fino a quando non si forma più schiuma e la miscela diventa un po’ più scura, per circa 4 minuti. Togliere dal fuoco e aggiungere immediatamente tutte le palline di pasta fritta. Mescolare fino a quando non sono rivestite. Rimuovere le palline dallo sciroppo, facendo colare quello in eccesso, e metterli sul piatto di portata a formare una piramide, aiutandosi con le mani di volta in volta, dopo aver immerso le mani in acqua fredda per proteggerle dal calore.

Si può servire loro lo stesso giorno, ma si possono conservare anche per diversi giorni coprendo con pellicola trasparente.

Miele millefiori

Benessere

L'azione antibatterica del miele deriva dal perossido di idrogeno (H2O2). Potente antimicrobico,  l’H2O2 può uccidere quasi tutti i germi, così come alcune cellule tumorali, per contatto. Quando il miele viene a contatto con una ferita, un enzima chiamato glucosio ossidasi attiva il rilascio di H2O2. Ci sono probabilmente interazioni sconosciute che si verificano quando il miele è usato per curare le ferite, ma da quello che sappiamo, il miele può anche uccidere i batteri resistenti agli antibiotici, come l'MRSA.

Il miele è igroscopico. Attira l'acqua da una ferita infetta per osmosi. E’ noto che le ferite asciutte guariscono più velocemente. Ma c'è di più: il miele attira anche linfa verso la ferita, producendo un ambiente di guarigione equilibrato.

Esso ha anche un basso pH, compreso tra 3 e 4, e quindi è acido. I batteri prosperano in ambienti neutro o leggermente alcalino.

Il miele millefiori è ricco sia in quantità sia in varietà di sostanze antiossidanti, e la sua inclusione nella dieta può essere raccomandato per integrare altre fonti di polifenoli.



Miele di melata

Benessere

 In generale, rispetto al miele di fiori, melata è a più alto contenuto in minerali, amminoacidi e zuccheri a peso molecolare più elevato (oligosaccaridi), in particolare, melezitosio e raffinosio. Gli oligosaccaridi sono prebiotici che hanno un effetto benefico sui batteri del sistema digestivo. Tende ad essere più scuro, meno dolce, meno acido e resistente alla cristallizzazione rispetto al miele “classico”. Il miele di melata ha maggiore conduttività elettrica e ceneri e tende a rimanere liquido e resistere alla cristallizzazione a causa di alti livelli di fruttosio e bassi livelli di glucosio, così come un basso rapporto glucosio/acqua. Alcune ricerche indicano che il miele di melata ha anche proprietà antibiotiche superiori alla media, a causa di livelli più elevati di glucosio ossidasi, enzima che porta alla produzione di perossido di idrogeno.

 

Miele di phacelia

Benessere

Il Miele di Phacelia è utilizzato principalmente come prodotto dietetico per il fegato e lo stomaco, contro nausea, bruciore di stomaco, gastrite con bassa acidità. Ad esempio, nel caso di disbatteriosi mangiare durante il giorno 80 g di miele, che elimina l'infiammazione nell'intestino per alleviare il dolore. Nelle malattie dello stomaco, il miele mescolato con succo di aloe e noci vi aiuterà a sentirsi meglio.

 

Miele di erica

Benessere

In primo luogo, essendo una miscela di zuccheri, il miele grezzo rappresenta ovviamente una rapida fonte di energia. Anche se questo è stata molto utile per i primi esseri umani che hanno usato questo cibo, oggi è più un inconveniente, dato che viviamo in una cultura di abbondanti calorie. I principali benefici per la salute derivanti dal miele grezzo oggi sono in relazione alla miscela unica di vitamine, minerali, enzimi, antiossidanti, fitonutrienti e altri componenti importanti per la salute che essa possiede. I due componenti benefici chiave di un miele realmente grezzo sono il polline d'api e la propoli. Il polline è un composto super-nutriente, contenente tutti i nutrienti necessari per il corpo umano. Si tratta di una fonte di proteine, vitamine, minerali, acidi grassi benefici, carotenoidi e bioflavonoidi che sono antivirali, antibatterici e utile per la salute cardiovascolare. La propoli ha anche qualità antibatteriche e antivirali, è un antimicotico e possiede proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti. Questo, insieme ad alcune delle sue altre caratteristiche, rende il miele molto ricercato.

 

Miele di eucalipto

Benessere

I benefici per la salute del miele di eucalipto sono molti: anti-infiammatorio, antispasmodico, decongestionante, deodorante, antisettico, antibatterico, e stimolante. Oltre ad essere un buon rimedio naturale per problemi respiratori, il miele di eucalipto è un buon antisettico per le sue proprietà germicide. Durante la sua esposizione all'aria, si forma ozono, noto antisettico. Quindi, il miele di eucalipto viene utilizzato per curare ferite, ulcere, ustioni, tagli, abrasioni. E 'efficace anche contro le punture di insetti. Viene spesso raccomandata per i pazienti che soffrono di reumatismi, lombalgie, legamenti e tendini slogati, rigidità muscolare, dolori, la fibrosi ed anche dolore dei nervi. Il miele di eucalipto, analgesico ed antinfiammatorio, viene massaggiato sulla superficie della pelle con movimenti circolari per contribuire ad alleviare dolori muscolari e articolari.

 

Miele di acacia

Benessere

L'azione antibatterica del miele deriva dal perossido di idrogeno (H2O2). Potente antimicrobico, H2O2 può uccidere quasi tutti i germi, così come alcune cellule tumorali, per contatto. Quando il miele viene a contatto con una ferita, un enzima chiamato-ossidasi di glucosio un dono api-attiva il rilascio di H2O2. Nonostante la sua dolcezza, il miele di acacia ha un bassissimo contenuto di saccarosio e un alto livello di fruttosio, quindi, tra i mieli, è la scelta migliore per i diabetici. E 'noto per le sue qualità terapeutiche, perché purifica il fegato, ricondiziona l'intestino, ed è benefico per il sistema respiratorio per le proprietà antibatteriche.

Cosa rende unico questo miele?

Vedrete spesso dei pezzi di favo nel barattolo di miele di acacia che, a causa della sua trasparenza e del suo colore molto chiaro, consentono al favo di essere visto attraverso il vaso. A causa del suo sapore delicato, può facilmente essere miscelato con altri tipi di miele.

 

Miele di stachys

Benessere

I principali benefici per la salute derivanti dal miele grezzo oggi sono in relazione alla miscela unica di vitamine, minerali, enzimi, antiossidanti, fitonutrienti e altri componenti importanti per la salute che essa possiede. I due componenti benefici chiave di un miele realmente grezzo sono il polline d'api e la propoli. Il polline è un composto super-nutriente, contenente tutti i nutrienti necessari per il corpo umano. Si tratta di una fonte di proteine, vitamine, minerali, acidi grassi benefici, carotenoidi e bioflavonoidi che sono antivirali, antibatterici e utile per la salute cardiovascolare. La propoli ha anche qualità antibatteriche e antivirali, è un antimicotico e possiede proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti. Questo, insieme ad alcune delle sue altre caratteristiche, rende il miele molto ricercato.

Il contenuto di nutrienti del miele, oltre a zuccheri, è molto bassa, ma ha molte tracce di minerali facilmente assumibili e altri nutrienti. Più scuro color miele ha più minerali.

Il Miele è una miscela di zuccheri e altri composti. Rispetto ai carboidrati, miele è composto principalmente da fruttosio (circa 38,5%) e glucosio (circa 31,0%), il che rende simile alla zucchero invertito prodotto sinteticamente, che è circa il 48% di fruttosio, 47% di glucosio, e 5% di saccarosio . Rimanenti carboidrati di miele includono maltosio, saccarosio, e altri carboidrati complessi. Come per tutti i dolcificanti nutritivi, il miele è composto principalmente da zuccheri e contiene solo tracce di vitamine o minerali. Il miele contiene anche piccole quantità di diversi composti pensato per funzionare come antiossidanti, tra cui crisina, pinobanksina, la vitamina C, la catalasi, e pinocembrina. La composizione specifica di ogni lotto di miele dipende fiori disponibili alle api che hanno prodotto il miele.

 Composizione tipica miele:

• Fruttosio: 38,2%

• Glucosio: 31,3%

 maltosio: 7,1%

• Saccarosio: 1,3%

• Acqua: 17,2%

• zuccheri superiori: 1,5%

• ceneri: 0,2%

• Altro / indeterminato: 3,2%

Dati nutrizionali

Porzione: 1 cucchiaio

 

Valori per porzione

Calorie da grassi 0

Calorie totali 64

 

% dei Valori Giornalieri Raccomandati*

Grasso Totale 0g

0%

 

Grassi saturi 0g

0%

 

Grassi Poliinsaturi 0g

 

 

Grassi Monoinsaturi 0g

 

Colesterolo 0mg

0%

Sodio 1mg

0%

Potassio 11mg

 

Carboidrati Totali 17.3g

6%

 

Fibra alimentare 0g

0%

 

Zuccheri 17.25g

 

Proteine 0.06g

 

Vitamina A 0%

Vitamina C 0%

Calcio 0%

Ferro 0%


Miele e salute.

Il Miele presenta molti usi medicinali descritti nella medicina tradizionale, oltre al comune uso come dolcificante. La composizione del miele varia a seconda di fonte floreale, fattori stagionali e ambientali, nonché tecniche di lavorazione. Il Miele è ricco di acidi fenolici e flavonoidi, e presenta un ampio spettro di attività biologiche. È stato ipotizzato che il miele contribuisce alla riduzione delle malattie cardiovascolari dovute principalmente ai flavonoidi antiossidanti ed anti-infiammatori, e possiede attività antimicrobiche. Il consumo di miele naturale ha dimostrato di inibire l'ossidazione delle proteine ​​a bassa densità, di provocare vasodilatazione, dovuta alla produzione di ossido nitrico, di diminuire l'aggregazione piastrinica, di esercitare effetti analgesici e anti-aterogeni; ciascuno di questi  può diminuire il rischio cardiovascolare.

Il miele prende il suo inizio come nettare dei fiori, che viene raccolto dalle api, naturalmente suddivisi in zuccheri semplici e conservati nei favi. Il design unico del nido d'ape, accoppiato con costante ventaglio dalle ali delle api, provoca l'evaporazione di prendere posto, creando il liquido denso e dolce che conosciamo come il miele. Il colore e il sapore del miele varia da alveare a alveare in base al tipo di nettare dei fiori raccolti dalle api. Ad esempio, il miele a base di fiori d'arancio nettare potrebbe essere di colore chiaro, mentre il miele di avocado o di Fiori di campo potrebbe avere un colore ambrato scuro.

Apicoltori - grandi e piccoli - miele raccolto raccogliendo i frame a nido d'ape e raschiando il tappo di cera che le api fanno il miele per sigillare in ogni cella. Una volta che i tappi vengono rimossi, le cornici sono poste in un estrattore - una centrifuga che gira le cornici, costringendo miele dal pettine. Il miele è filata ai lati della cappa, dove la gravità tira verso il basso e può essere raccolto.

Dopo il miele viene estratto, esso è teso per rimuovere eventuali pezzi di cera o altre particelle. Alcuni apicoltori e imbottigliatori potrebbero scaldare il miele per rendere più facile per la tensione, ma questo non fa nulla per alterare la composizione naturale del liquido. Rende solo il processo teso facile e più efficace. Dopo sforzo, è il momento di bottiglia, etichetta e distribuire il miele per punti vendita al dettaglio. Se il contenitore è di vetro o di plastica, o acquistato al supermercato o mercato degli agricoltori, se l'etichetta dice ingrediente miele puro, potete essere certi che è stato aggiunto nulla, da ape di scorporare alla bottiglia.

Informazioni nutrizionali

Il contenuto di nutrienti del miele, oltre a zuccheri, è molto bassa, ma ha molte tracce di minerali facilmente assumibili e altri nutrienti. Più scuro color miele ha più minerali.

Il Miele è una miscela di zuccheri e altri composti. Rispetto ai carboidrati, miele è composto principalmente da fruttosio (circa 38,5%) e glucosio (circa 31,0%), il che rende simile alla zucchero invertito prodotto sinteticamente, che è circa il 48% di fruttosio, 47% di glucosio, e 5% di saccarosio . Rimanenti carboidrati di miele includono maltosio, saccarosio, e altri carboidrati complessi. Come per tutti i dolcificanti nutritivi, il miele è composto principalmente da zuccheri e contiene solo tracce di vitamine o minerali. Il miele contiene anche piccole quantità di diversi composti pensato per funzionare come antiossidanti, tra cui crisina, pinobanksina, la vitamina C, la catalasi, e pinocembrina. La composizione specifica di ogni lotto di miele dipende fiori disponibili alle api che hanno prodotto il miele.